Togliere subito lo zolfo dalle acque della Sardegna, si può.

Amici della Terra e ConferenzaGNL chiedono al Governo di dare attuazione con la Legge di Bilancio 2018 a quanto previsto nella Strategia Energetica Nazionale.

Comunicato Stampa, Roma - 14/12/2017

Amici della Terra e ConferenzaGNL hanno condiviso l’intenzione dei Ministeri dello sviluppo economico e dell’Ambiente di ridurre allo 0,1% (dall’attuale 3,5%) il tenore di zolfo dei combustibili marittimi usati nelle acque territoriali della Sardegna (12 miglia dalla costa). L’apprezzamento e l’invito a dare seguito all’iniziativa sono stati comunicati con una lettera agli esponenti governativi interessati lo scorso 13 novembre.
Scarica qui la lettera

IX Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica

Difendere l'Ambiente e la Bolletta

In questa pagina potete trovare le relazioni, gli interventi, le sintesi, i dossier, le foto, le presentazioni, le interviste e la registrazione video integrale dei due giorni di lavori svolti presso l' ex Mattatoio Testaccio a Roma il 27 e 28 novembre 2017

 

Bilancio elettrico italiano 2016


Pubblichiamo un' elaborazione su dati Terna, a cura di Sandro Renzi, dei Bilanci regionali di energia elettrica del 2016.

I dati del bilancio elettrico italiano aggiornati al 2016, ricavati da fonti ufficiali, riguardano sia i bilanci regionali che le ore di utilizzazione delle fonti di produzione. I bilanci evidenziano le Regioni in “supero” o “deficit” della loro produzione rispetto alla loro Richiesta, viene anche riportata la quota relativa alla composizione dell’energia rinnovabile e un confronto con il 2015.

E' possibila scaricare l'intero dossier o consultare le singole regioni.

“Il Ministero censura il recupero di energia?”

Abbiamo presentato le nostre osservazioni e proposte  al documento “Verso un modello di economia circolare” elaborato dal Ministero dell’Ambiente e messo in consultazione pubblica.

Siamo da sempre attivi sui temi dell’efficienza nell’uso di energia e risorse e già negli anni ‘90 siamo stati promotori dell’edizione italiana di Fattore 4, il testo di Amory Lovins, Hunter Lovins e Ernst von Weizsäcker, diventato ora il testo di riferimento degli indirizzi dell’Europa e degli stati membri, e finalmente citato proprio nel documento in consultazione. Come si sosteneva allora raddoppiare il benessere dimezzando l’uso di risorse naturali è possibile, ed è anche l’unico modo realistico per ridurre l’impatto ambientale della produzione industriale.

  • testata sito 2 250

Tweet

Amici della Terra

La depurazione delle acque di scarico comporta la produzione di residui, i cosiddetti “fanghi di supero”: in Italia… https://t.co/Z5N8kYTbEb